“Il patto per l’ambiente parte dal riconoscimento che i beni comuni come acqua, energia e paesaggio non possano essere gestiti a beneficio di pochi, ma devono essere gestiti a beneficio delle comunità e dei territori. Questo per noi è un punto irrinunciabile. Da qui passa la nostra visione di Autonomia. Autonomia significa che le risorse e i beni comuni che appartengono a tutti devono essere gestiti a beneficio delle comunità nelle quali le risorse si trovano. Noi proponiamo la società pubblica regionale in cui comuni e comunità possano dire la loro per gestire la produzione di energia. Proponiamo una moratoria sulla costruzione indiscriminata delle centraline, perchè il tema della tutela ambientale è irrinunciabile.” Questa la sintesi di Massimo Moretuzzo nel video registrato sulle rive del Lago di Cavazzo con il candidato del Patto Domenico Romano (presidente del BIM) e Franceschino Barazzutti, storico sindaco di Cavazzo e attivista per le battaglie sulla tutela del territorio e dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *