Si chiuderà venerdì 27 aprile, a Udine, la campagna elettorale per le Regionali e Comunali 2018 del Patto per l’Autonomia. Sarà Piazza XX Settembre, alle 18, ad ospitare la festa organizzata dall’unica formazione in campo autonoma anche nei fatti, poiché slegata da qualsiasi forma di condizionamento dei partiti nazionali italiani.

A stringersi attorno ai candidati al Consiglio regionale e al Consiglio comunale di Udine, guidati da Sergio Cecotticandidato alla presidenza della Regione Friuli-Venezia Giulia – e Andrea Valcic – candidato a sindaco di Udine – ci saranno alcuni amici: rappresentanti del mondo della cultura, della musica e del teatro friulani che sostengono il progetto del Patto per l’Autonomia, alcuni di loro fin dall’inizio. Al microfono si succederanno i cantautori Lino Straulino e Silvia Michelotti, Leo Virgili, polistrumentista eclettico e direttore artistico del festival “SunsEurope”, e il Teatro Incerto. Interverrà anche il professor Angelo Floramo, insegnante, scrittore, consulente culturale e scientifico della Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli.

«Ci siamo presentati alle Politiche e ora stiamo correndo per le Regionali. Siamo all’inizio di un percorso che parte dal basso, dall’iniziativa di un gruppo di cittadini e amministratori locali convinti della necessità di un impegno diretto in favore del territorio e delle comunità nell’effettivo esercizio e rivendicazione di autonomia, di autogoverno delle comunità del Friuli-Venezia Giulia – spiega il segretario del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo –. Siamo partiti da Pordenone con la presentazione dei nostri candidati alle Regionali e ora chiudiamo la campagna a Udine, dopo aver attraversato tutta la regione, incontrando e ascoltando le istanze dei cittadini e presentando loro il nostro progetto, perché il Patto per l’Autonomia è un movimento che vuole ricostruire un patto tra i territori di questa regione che si compone di tante anime, tante identità, tante appartenenze, tante differenze linguistiche e culturali, valore aggiunto della nostra terra. Chiudiamo una campagna elettorale di 4 mesi assieme a musicisti, artisti e intellettuali, che stimiamo e la cui presenza è per noi motivo di orgoglio. E lo facciamo a Udine, città che è stata governata per due mandati dal nostro candidato presidente Sergio Cecotti–quintessenza del buongoverno –, rivendicando la competenza amministrativa di Cecotti e di tutto il gruppo del Patto per l’Autonomia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *