Un nuovo manifesto per l’Università di Udine. Piena adesione all’iniziativa lanciata da una cinquantina di personalità friulane unite dalla volontà di promuovere e valorizzare il rapporto tra l’ateneo e i territori del Friuli, arriva dal segretario del Patto per l’Autonomia Massimo Moretuzzo.

«Condividiamo con i promotori dell’iniziativa la necessità di affrontare, e risolvere una volta per tutte, l’annoso problema dell’ingiusto sottofinanziamento statale per l’Università di Udine, nonché di avviare e consolidare un rapporto reciproco tra le varie componenti sociali e territoriali della regione per definire strategie capaci di aprire prospettive a tutto il Friuli e all’intera regione».

Va, dunque, recuperata e rilanciata – non se ne dimentichi il nuovo rettore – la missione di origine dell’ateneo friulano, chiamato a “contribuire al progresso civile, sociale e alla rinascita economica del Friuli e a divenire organico strumento di sviluppo e di rinnovamento dei filoni originali della cultura, della lingua, delle tradizioni e della storia del Friuli”. «Abbiamo bisogno di una Università con una sua identità, che si distingua dalle altre e capace di intessere, in maniera continuativa, anche relazioni oltralpe – afferma Moretuzzo –. C’è ancora molto da fare».

 

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Iscriviti alla newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo