Moretuzzo: «Gli enti del Friuli-Venezia Giulia facciano sistema, ma senza annullare le singole specificità»

No alla fusione dei Parchi scientifici e tecnologici della regione. Ribadisce la netta contrarietà al progetto il capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale Massimo Moretuzzo, alla notizia, diffusa sulla stampa locale, della ripresa del tema alla luce della possibile fusione tra Friuli Innovazione-Parco scientifico e tecnologico “Luigi Danieli” e Carnia Industrial Park. «È certamente importante fare sistema – afferma Moretuzzo –, ma senza annullare le singole specificità».
«Riteniamo indispensabile ogni forma di collaborazione fra gli enti di ricerca del Friuli-Venezia Giulia, che devono proseguire nella sinergia avviata con recenti progettualità e modalità di condivisione di obiettivi comuni – spiega Moretuzzo –, siamo, però, fortemente contrari all’ipotesi di fondere in un unico ente gli istituti che oggi operano in regione. In merito, vorremmo conoscere una volta per tutte la posizione della Regione, e in particolare dell’assessore Alessia Rosolen. Noi abbiamo le idee chiare: il Friuli-Venezia Giulia è una realtà complessa, policentrica, con territori che hanno bisogni e potenzialità diversi. Va senz’altro mantenuta una regia condivisa, ma nella valorizzazione delle singole specificità e specializzazioni, che possono essere complementari e non concorrenti».

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni aggiornate sulle nostre attività