Patto per l'Autonomia | Pat pe Autonomie | Pakt Za Avtonomijo | Pakt für die Autonomie

Notizie

Moretuzzo: L’Unione Europea va riformata, non messa in discussione. Basta provocazioni nazional-sovraniste

«L’Unione Europea va riformata, non certamente messa in discussione». Così il segretario del Patto per l’Autonomia Massimo Moretuzzo interviene nell’acceso dibattito sull’Europa alla prova oggi dell’emergenza sanitaria, economica e sociale indotta dal coronavirus in larga parte dei suoi Stati membri, domani della recessione. 

«Non abbiamo commentato e non intendiamo commentare le gesta di qualche assessore regionale che pur di avere una foto in più sulla stampa ha tolto da una sede istituzionale la bandiera dell’Unione Europea. Allo stesso modo – afferma Moretuzzo –, non intendiamo commentare le dichiarazioni sui social dei rappresentanti di diversi partiti italici che mettono in discussione l’appartenenza dello Stato italiano all’Unione Europea. Crediamo che in un momento come questo, con una situazione di emergenza che sta mettendo a dura prova il nostro sistema sanitario e che rischia di avere delle conseguenze drammatiche sul sistema economico, ipotizzare un’uscita dell’Italia dall’Europa sia assolutamente fuori luogo. È altrettanto evidente che l’Unione Europea così come la conosciamo ha bisogno di riforme importanti e strutturali. Ora più che mai si dimostra la necessità di un’Unione che sia politica prima che economica, democratica prima che finanziaria. La crisi che stiamo vivendo è l’occasione per riprendere il cammino verso il sogno europeo nato all’indomani della seconda guerra mondiale. Riteniamo che questo percorso potrà essere ripreso solo abbandonando definitivamente una visione dell’Europa come sommatoria di Stati nazione, come strumento dell’affermazione degli interessi di pochi a danno del bene comune. Ci schieriamo con tutti quei partiti e movimenti sociali, a partire dall’EFA – European Free Alliance, che dentro i rispettivi territori si stanno battendo per un’Europa federale, più forte, più coesa, più solidale. A maggior ragione – conclude il segretario del Patto per l’Autonomia – questo vale per il Friuli-Venezia Giulia, terra di frontiera e di popoli, lingue e culture diverse, che a lungo ha dovuto subire la presenza di un confine innaturale e imposto da interessi di altri». 

Europa, Efa

  • Creato il .

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Logo Patto per l'Autonomia

Via Alessandro Manzoni, 21
33032 Pozzecco di Bertiolo (UD)

Tel: +39 342 163 3878
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter