A seguito del dibattito nato anche in Regione sull’ipotesi di una nazionalizzazione delle concessioni autostradali e alle dichiarazioni della Giunta regionale sul tema, il gruppo consiliare del Patto per l’Autonomia si chiede se questa operazione da opportunità non rischi di rappresentare l’ennesimo costo privo di reali benefici per il territorio regionale.

«Un tema la cui fumosità a livello nazionale pare assoluta e di non rapida risoluzione – precisa il capogruppo Massimo Moretuzzo –, ma la Giunta regionale si è già schierata in merito dicendosi pronta al subentro, senza soffermarsi sul concreto rapporto tra i pro e i contro in termini economici. A tutto ciò – prosegue Moretuzzo – vanno aggiunte anche le problematiche legate alla realizzazione della Terza corsia. Pur riconoscendone l’utilità, riteniamo infatti che, allo stato attuale, gli svantaggi per la popolazione regionale siano superiori ai benefici promessi. In particolare, crediamo che, in vista della fine del periodo vacanziero, con il ritorno al flusso veicolare dei pendolari e di quanti transitano per imprescindibili necessità lavorative sui tratti autostradali oggetto di cantiere, sia necessario prevedere risposte puntuali e tangibili alle criticità già emerse. Per questo ci chiediamo se il Commissario per la Terza corsia, ossia il Presidente Fedriga, abbia valutato la possibilità di far transitare gratuitamente o con importanti riduzioni tariffarie sui tratti stradali interessati dai lavori i mezzi immatricolati in regione. In prospettiva futura poi, l’ideale sarebbe applicare il modello della Germania, dove dal 2019 sono previste forme di agevolazione per i residenti sull’intera rete autostradale, o forse è chiedere troppo al governatore di una Regione a Statuto speciale?».

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?