Moretuzzo: «E’ l’avvio di un dialogo tra forze autonomiste, è questa la nostra famiglia»

 

Nei giorni scorsi il capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale Massimo Moretuzzo ha incontrato a Udine l’europarlamentare Herbert Dorfmann, della Südtiroler Volkspartei, assieme al consigliere Igor Gabrovec della Slovenska Skupnost. L’incontro ha sancito l’avvio di un dialogo tra autonomisti sudtirolesi e del Friuli-Venezia Giulia, possibile grazie al ritorno in Consiglio regionale di un movimento regionale autonomista dopo oltre 20 anni di assenza – il Patto per l’Autonomia –, libero da qualsiasi vincolo con i partiti italiani.
«A questo primo importante contatto ne seguiranno degli altri – spiega Massimo Moretuzzo –. Vogliamo stabilire delle relazioni proficue con la Svp, con altri partiti autonomisti in Italia e in Europa e con i rappresentanti delle minoranze linguistiche, come la Slovenska Skupnost, per condividere, in particolare con i sudtirolesi, esemplari nell’esercizio della specialità, le modalità per rivendicare e conquistare nuovi spazi di autonomia per la nostra Regione. Quella degli autonomisti è la nostra famiglia. Le idee di centrodestra e di centrosinistra oggi non sono sufficienti per interpretare la complessità del momento storico che stiamo vivendo dal punto di vista sociale, culturale ed economico. Guardiamo invece ai movimenti che si impegnano per la libertà dei popoli e il diritto alla loro autodeterminazione, a livello italiano ed europeo. Il Patto per l’Autonomia ha un carattere fortemente europeista – ricorda Moretuzzo –, daremo il nostro contributo affinché l’Europa superi i feticci degli Stati nazionali per diventare davvero un’Europa dei popoli, dei territori».

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?