Il concorso per dirigenti scolastici è stato annullato dalla sentenza del Tar del Lazio per presunta incompatibilità di alcuni commissari. Dunque, prova scritta da rifare per gli 8 mila 736 candidati che avevano superato la preselezione. Il Ministero dell’Istruzione sta predisponendo appello al Consiglio di Stato e nel frattempo chiederà una sospensiva d’urgenza nella speranza di salvare il concorso. Per le scuole del Friuli-Venezia Giulia non è certo una buona notizia, perché potrebbe voler dire non riuscire a dare un dirigente alle oltre 70 sedi scoperte.


«In attesa di conoscere le sorti della selezione per i presidi, che rischia di paralizzare i nostri istituti con pesanti conseguenze anche sugli studenti, siamo convinti che quanto accaduto si sarebbe potuto evitare con la regionalizzazione del nostro sistema scolastico – afferma il capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale, Massimo Moretuzzo –. Rivendichiamo, ancora una volta, nuove competenze per la Regione in materia scolastica e formativa in modo da rispondere alle specificità di governo del territorio e con strumenti e risorse finanziarie adeguati. Si stringano i tempi, mi rivolgo in particolare all’assessore Rosolen, per ottenere l’autonomia scolastica. Non possiamo attendere oltre».

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni aggiornate sulle nostre attività