Moretuzzo: «Occasione persa, una brutta pagina della storia della Regione»

«Oggi sarebbe stato bello uscire dall’Aula del Consiglio regionale e poter dire alle nostre figlie, sorelle, madri, mogli, compagne e a tutte le donne del Friuli-Venezia Giulia che era finalmente stata approvata la legge per la doppia preferenza di genere nelle elezioni regionali. Purtroppo – osserva il capogruppo del Patto per l’Autonomia Massimo Moretuzzo – le cose si sono svolte in modo ben diverso e, con il voto contrario di tutta la maggioranza, la legge sottoscritta anche da noi consiglieri del Patto per l’Autonomia, che prevedeva la possibilità di introdurre la doppia preferenza di genere nelle elezioni del Consiglio regionale, è stata respinta. Una pagina triste della storia della nostra Regione con il Presidente Fedriga che ha minimizzato dicendo che si tratta di un tema solo sospeso in attesa di arrivare a una norma elettorale complessiva da approvare entro giugno del prossimo anno. Ma – si chiede Moretuzzo – se il principio fosse stato convintamente condiviso dalla maggioranza, che senso ha rimandare tutto dando un segnale così triste alle elettrici e e agli elettori?».

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni aggiornate sulle nostre attività