Moretuzzo: «La questione curda ha scosso la coscienza civile di molti: a Udine sono scese in piazza centinaia di persone. Sosteniamo il diritto all’autodeterminazione dei popoli»

Anche i consiglieri regionali del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli, hanno sottoscritto la mozione con la quale si impegna la Giunta a far pervenire al Governo italiano la preoccupazione della Regione per le conseguenze dell’attacco turco ai curdi, nel nord della Siria. «L’Aula, che ha accolto oggi all’unanimità la mozione, esprime così la sua attenzione sulla questione curda, che ha scosso, giustamente, la coscienza civile e la sensibilità di tante persone anche nella nostra regione – osserva il capogruppo del Patto per l’Autonomia Massimo Moretuzzo –. A Udine, sabato scorso, centinaia di persone sono scese in piazza per esprimere solidarietà al popolo curdo, contro la deriva militare, per sollecitare le istituzioni italiane ed europee ad intervenire rapidamente per fermare l’ennesima tragedia umanitaria e tentare di salvaguardare la nuova forma di democrazia costruita, in tempo di guerra, da donne e uomini curdi in Rojava: un confederalismo democratico basato sull’autogoverno territoriale dal basso, sull’eguaglianza dei diritti e di genere, sulla sostenibilità ambientale. Come Patto per l’Autonomia, crediamo sia fondamentale continuare a far sentire la ferma opposizione all’uso degli strumenti militari contro il diritto di autodeterminazione dei popoli in nome della difesa di confini e nazionalismi, che vanno invece superati».

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le informazioni aggiornate sulle nostre attività