Patto per l'Autonomia | Pat pe Autonomie | Pakt Za Avtonomijo | Pakt für die Autonomie

Approvata la mozione trasversale che impegna il Consiglio regionale a intervenire con azioni concrete per affrontare i cambiamenti climatici

Moretuzzo: «Si dia seguito agli impegni presi anche elaborando nuovi modelli di sviluppo»

Un documento trasversale, condiviso da tutte le forze politiche presenti in Aula, con cui il Consiglio regionale si impegna a intervenire con azioni concrete per affrontare l’emergenza climatica, ambientale e di biodiversità, accogliendo le sollecitazioni delle portavoci del movimento Fridays for Future del Friuli-Venezia Giulia, oggi (martedì 12 novembre, ndr) a Palazzo Oberdan, a Trieste.

Soddisfazione è stata espressa da Massimo Moretuzzo, capogruppo del Patto per l’Autonomia, che per primo ha sollevato la questione, portando in Aula, il 17 aprile, una mozione (poi approvata) con la quale si chiedeva alla Regione un urgente cambio di passo al fine di contrastare i cambiamenti climatici con misure puntuali, impegnandola anche ad incontrare tutte le associazioni attive nel settore per un confronto sul tema, a partire dai giovani di “Fridays For Future”, accolti una prima volta, il 25 settembre, dal presidente del Consiglio regionale e da alcuni rappresentanti dei Gruppi consiliari.
«Ora sarà importante dare seguito agli impegni presi con la mozione trasversale – osserva Moretuzzo –. La Commissione consiliare competente dovrà mettere a punto, con il coinvolgimento del mondo ambientalista, strategie di mitigazione e adattamento per limitare l’impatto dei cambiamenti climatici, anche elaborando nuovi modelli di sviluppo per la nostra regione».

Volantini

                       
Dimensione: 410.05 kb
Lunedì 4 novembre 2019 - ore 20:30. Palazzo Colossis - via del Municipio 20, Meduno
Dimensione: 339.66 kb
Lunedì 4 novembre 2019 - ore 20:30. Palazzo Colossis - via del Municipio 20, Meduno.
Dimensione: 421.57 kb

Logo Patto per l'Autonomia

Via Alessandro Manzoni, 21
33032 Pozzecco di Bertiolo (UD)

Tel: +39 342 163 3878
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter