«Dopo l’Agenzia per il lavoro, va a Trieste anche la Fondazione per lo sviluppo e la generazione d’impresa. I Parchi scientifici del Friuli sono stati esclusi, nella nuova Fondazione c’è solo Area Science Park di Trieste. Questo non è accettabile, il Friuli- Venezia Giulia è una realtà policentrica, non ci devono essere territori di serie A e di serie B»,

affermano i consiglieri regionali del Patto per l’Autonomia Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli in merito alla proposta dell’assessore regionale al Lavoro, Università e Ricerca Alessia Rosolen, in sede di discussione della legge di stabilità, di finanziare con 1 milione di euro, per il 2019, una nuova Fondazione con la finalità istituzionale di creare un sistema integrato regionale per lo sviluppo e la generazione di impresa. Fondazione che servirà a gestire i progetti complessi per la valorizzazione della ricerca, il trasferimento tecnologico e lo sviluppo dell’innovazione, già disciplinati dalla Giunta Serracchiani nella legge 45/2017.
Secondo la norma proposta dall’assessore Rosolen a costituire questa nuova Fondazione saranno la Regione e l’Area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste – Area Science Park, che già la legge dello scorso anno aveva individuato come soggetto attuatore di tali progetti con funzione anche di coordinamento degli altri attori del sistema regionale scientifico e dell’innovazione. «Se l’obiettivo è la valorizzazione della ricerca, il trasferimento tecnologico e lo sviluppo dell’innovazione, al fine di sostenere la crescita della competitività del territorio regionale – osservano i consiglieri regionali Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli –, ci chiediamo perché la Regione non promuova come fondatori tutti i Parchi scientifici e tecnologici regionali. Trieste è già stata individuata come sede della nuova “Agenzia lavoro e sviluppo impresa” (il Patto per l’Autonomia aveva sostenuto la candidatura di Pordenone, sede per eccellenza della manifattura regionale). Il centralismo romano sta evidentemente contaminando tutte quelle forze di maggioranza che un tempo si dicevano federaliste, accentrare è il mantra di questa giunta e di quella che una volta si chiamava Lega Nord e gridava contro Roma Ladrona», concludono Moretuzzo e Bidoli.

Commenti (1)

Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Agrusti questa volta protesterà ?

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?