Skip to main content

Patto per l'Autonomia | Pat pe Autonomie | Pakt Za Avtonomijo | Pakt für die Autonomie

logoefa mini

Massolino sulla manovra finanziaria: l’elefante nell’aula è la crisi umanitaria al Silos di Trieste

12 Dicembre 2023

Al centro dell’intervento la giustizia ambientale e sociale: mobilità, violenza di genere, consultori, benessere psicologicotra le proposte per migliorare la legge

I consiglieri regionali del Patto per l’Autonomia-Civica Fvg Giulia Massolino e Massimo Moretuzzo hanno depositato un emendamento alla manovra finanziaria per dare un contributo straordinario al Comune di Trieste per poter trovare una o più soluzioni per risolvere la drammatica situazione al Silos. 

«C’è un enorme elefante in quest’aula: non possiamo ignorare la tragedia umanitaria che si sta consumando a pochi passi da questo edificio, nel Silos di Trieste – interviene Giulia Massolino, consigliera del Patto per l’Autonomia-Civica FVG –. Le migrazioni sono sempre esistite e sempre esisteranno; le proiezioni dicono che sono destinate a crescere, anche a causa dei cambiamenti climatici. Non si può trattare un fenomeno strutturale come emergenziale, e per questo proponiamo che si smetta di giocare a questa “palla avvelenata”. Le persone che attualmente stazionano nel Silos in condizioni disumane non sono pacchi da abbandonare al loro destino mentre si cerca di “scaricarle” a qualcun altro. Ci stiamo avvicinando al Natale cristiano: anziché stimolare un consumismo fuori controllo dovrebbe essere un’occasione per riflettere sul concetto di pietas, soprattutto per chi si professa cattolico solamente quando questo serve a negare diritti civili sbandierando fantomatici attacchi alla famiglia tradizionale. La vicenda del Silos di Trieste e dei tanti luoghi ad esso simili, ma non ancora sotto i riflettori è la vergogna della città di Trieste e di questa regione, le parole grossolane e inumane del primo cittadino sono per noi un marchio indelebile che ci resterà addosso. E lo dico in questa aula dove si parla di confini solo per storicizzarli se non per farne propaganda: gli esseri umani, lo sappiamo, hanno sempre attraversato i confini, noi dobbiamo stare dalla parte delle persone fragili, di coloro che lo stanno facendo nel momento più sbagliato, in un inverno che non è solo stagionale, ma un inverno dell’umanità».


Prossimi appuntamenti

Non ci sono eventi futuri