Skip to main content

Patto per l'Autonomia | Pat pe Autonomie | Pakt Za Avtonomijo | Pakt für die Autonomie

logoefa mini

Oltre 760 milioni di euro fermi, riforma Roberti è fallita

31 Gennaio 2024

«A distanza di un anno abbiamo chiesto alla Giunta un aggiornamento sui dati che riguardano i fondi a disposizione dei Comuni per la realizzazione di opere pubbliche non ancora utilizzati e la risposta è agghiacciante: il dato complessivo sull’avanzo vincolato relativo al 2022 è di oltre 354 milioni di euro, 62 milioni in più del 2021, con un aumento quindi di circa il 18%!». Lo ha evidenziato il capogruppo del Patto per l’Autonomia-Civica FVG Massimo Moretuzzo oggi in aula, nel corso della discussione dell’interrogazione con la quale chiedeva conto della situazione delle risorse inutilizzate dai Comuni.

«Se ai dati relativi all’avanzo vincolato si sommano i dati sul Fondo pluriennale vincolato, la cifra complessiva supera 760 milioni di euro. Risorse a disposizione dei Comuni che in gran parte sono ferme da anni, perché i Comuni non sono in grado di spenderli soprattutto a causa della situazione disastrosa in cui si trovano le strutture tecnico-amministrative degli enti locali. Questi numeri – continua Moretuzzo – certificano il fallimento della riforma Roberti, approvata dalla maggioranza nel 2019 e che dopo quasi 5 anni non ha portato a nessun miglioramento nel funzionamento delle amministrazioni locali, che anzi in moltissimi casi fanno sempre più fatica a garantire anche l’erogazione dei servizi di base. Questa percezione è stata confermata nei giorni scorsi dall’audizione cui hanno partecipato i presidenti delle tre Comunità volontarie che sono partite in regione: tutti, indistintamente, hanno denunciato la mancanza di un supporto adeguato da parte dell’Amministrazione regionale ai processi di aggregazione dei Comuni, unica strada per risolvere le criticità che stanno esplodendo. Ci auguriamo che la Giunta Fedriga riconosca quanto prima il fallimento delle politiche finora messe in atto e cambi rotta, prendendo atto delle richieste che arrivano dai Comuni e delle proposte che da tempo abbiamo portato dentro l’aula consiliare».


Prossimi appuntamenti

Non ci sono eventi futuri