Moretuzzo: Manifestazione di sensibilizzazione a fine ottobre Sono oltre 200 le centraline idroelettriche in Friuli-Venezia Giulia e non si fermano le richieste per l’autorizzazione alla realizzazione di nuovi impianti. Alla luce di questi numeri – che fotografano una situazione di sfruttamento dei piccoli bacini idrici montani –, il Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia sollecita un intervento forte della Regione per bloccare la costruzione di altre microcentraline nei torrenti di montagna «dove il danno ambientale supera di gran lunga i benefici che derivano dalla loro realizzazione», spiega il capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale Massimo Moretuzzo, evidenziando come «i profitti generati dalla produzione di energia elettrica non rimangono sul territorio, a beneficio dell e comunità locali – se non in minima parte –, ma finiscono per arricchire società extraregionali».

Vista la situazione di crescente disagio rispetto alle misure di sicurezza imposte in Provincia di Pordenone e le ultime notizie di cronaca, il consigliere regionale del Patto per l’Autonomia Giampaolo Bidoli annuncia la presentazione di un’interrogazione la prossima settimana.

Si è tenuto il 18 settembre 2018, presso la Libreria Tarantola di Udine, l'incontro organizzato dal Patto per l'Autonomia nel quale è intervenuto il professor Angelo Floramo, insegnante e studioso di storia e letteratura e direttore scientifico della Biblioteca "Guarneriana" di San Daniele.

Faro di Lignano Sabbiadoro

Il sindaco di Pordenone Ciriani annuncia di aver iniziato a dialogare con Venezia per un migliore sviluppo turistico della sua città e l’assessore regionale al Turismo Bini punta a un patto con il Veneto e dichiara sul Messaggero Veneto di oggi: “A un ospite estero non importa sapere se una spiaggia è veneta, friulana o romagnola”.

Moretuzzo: «Se Lega e Forza Italia limiteranno le aperture festive, avranno il nostro sostegno» Il Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia propone i buoni spesa solidali e altre misure a supporto dei piccoli negozi

Istituto Comprensivo Meduno

Bidoli: «A rischio l’attività formativa. Si intervenga subito» Ancora nessuna soluzione per l’Istituto Comprensivo di Meduno. Sulla questione interviene il consigliere regionale del Patto per l’Autonomia, Giampaolo Bidoli.

Si usi la specialità per tutelare le aziende del territorio negli appalti sui lavori pubblici, come hanno fatto le Province di Trento e Bolzano.

Mozione del Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia Sistema universitario regionale: la competenza sia della Regione. Solo in tal modo se ne può promuovere e sostenere l’eccellenza e la competitività, anche al servizio del territorio. Lo chiede il Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia (formato da Giampaolo Bidoli e dal capogruppo Massimo Moretuzzo) con una mozione che impegna “la Giunta regionale ad attivarsi,

Moretuzzo: «Uno scandalo. La Regione intervenga» È partito ieri da Fagagna il 54º Giro ciclistico internazionale della Regione Friuli-Venezia Giulia, seguito da migliaia di spettatori e da diversi big del ciclismo, organizzato anche con il contributo della Regione. La carovana è composta da 27 squadre con 180 corridori, metà dei quali stranieri. Della storica corsa non c’è stata traccia nei servizi televisivi della Rai regionale.

«Mentre giunge la notizia che Lisa Vittozzi presterà la sua immagine per promuovere Livigno e non il Friuli-Venezia Giulia, apprendiamo che l’assessore regionale al Bilancio Barbara Zilli ha fatto visita alla Nazionale di Biathlon che si allena a Forni Avoltri, manifestando l’orgoglio della Regione di poter ospitare i giovani atleti. Pare proprio che in Giunta ognuno lavori per proprio conto – commenta Federico Simeoni,

Moretuzzo sull’ASP “Moro”: «Fedriga e Roberti affrontino la questione una volta per tutte. In ballo c’è il futuro dei servizi sociali del Medio Friuli». Presentata un’interrogazione scritta.

Moretuzzo sui Forestali impiegati nei controlli anti-migranti: «La decisione della Regione è assurda. Il presidio dei confini è competenza dello Stato»

A seguito del dibattito nato anche in Regione sull’ipotesi di una nazionalizzazione delle concessioni autostradali e alle dichiarazioni della Giunta regionale sul tema, il gruppo consiliare del Patto per l’Autonomia si chiede se questa operazione da opportunità non rischi di rappresentare l’ennesimo costo privo di reali benefici per il territorio regionale.